HOME       BLOG    VIDEO    EVENTI    GLI INVISIBILI    MUSICA    LIBRI    POLITICA LOCALE    POST PIU' COMMENTATI

domenica 31 gennaio 2010

Documento politico Sinistra Ecologia Libertà Nardò

Riunione comitato provinciale
31 gennaio 2010
-Nardò-


documento del circolo “sinistra ecologia libertà” – nardò

Nella valutazione della situazione politica attuale non possiamo non partire dalla vittoria di vendola alle primarie in puglia. al di là dei toni trionfalistici, però, questo successo dovrebbe indurre tutti quanti a riflettere sui messaggi che esso porta con sé.

la folla da evento mediatico che è accorsa alle urne segnala la voglia di partecipazione che caratterizza l’elettorato di sinistra;
la bocciatura del costume verticistico e della pratica di investitura dall’alto svelano un attivismo vivacemente democratico e contemporaneamente lo scollamento fra nomenclatura e base;
la percentuale esorbitante che ha sancito la vittoria di vendola e lo ha designato candidato governatore, ha sancito pure la sua designazione a leader della sinistra nazionale;
l’inutile tentativo di inquinare e poi strumentalizzare l’esito della consultazione da parte di forze estranee allo schieramento, infine, oltre a risultare squallido, non può che ricompattare l’elettorato di centrosinistra a un’azione comune contro ogni forma di controllo illegale della libera espressione della volontà popolare;
si è pure visto come il voto diretto e il segreto dell’urna siano in grado di capovolgere ogni pronostico basato sulla logica dei numeri scritti a tavolino e dimostrarsi fucina di esiti sorprendenti.

con le vicende di questi ultimi due mesi dalla puglia sembra venire non solo il consenso a una politica regionale caratterizzata da buon governo, trasparenza, diritti e apertura al dialogo; da qui parte un modello politico nuovo, “riformista nella pratica, ma rivoluzionario nei valori”, di parte, con alleanze chiare e impegni precisi.

“sinistra ecologia libertà” non è solo il partito di vendola : è l’unico soggetto politico al momento che sia in grado di rappresentare e concretizzare il bisogno di legalità e partecipazione che le primarie in puglia, ma pure eventi come il “no b day” e la giornata di mobilitazione in difesa della costituzione hanno espresso. a maggior ragione, quindi, la fase costituente che stiamo vivendo e sperimentando deve studiare e darsi meccanismi che garantiscano l’effettiva corrispondenza fra leadership, linea politica e volontà della base.
consultazioni a scrutinio segreto per la proposta dei nominativi per la costituzione degli organismi interni, primarie per la designazione di candidati a qualsiasi livello, ampia rappresentatività territoriale nella struttura organizzativa possono garantire, secondo noi, quella libera e responsabile partecipazione dei militanti auspicata dalle regole espresse dalla recente assemblea nazionale.

per la costituzione delle liste del prossimo appuntamento elettorale, ci sembra irrinunciabile una dichiarazione pubblica da parte dei candidati sui seguenti punti :
• non avere condanne penali
• non essere in situazione di conflitto d’interessi né direttamente, né in riferimento alla loro cerchia familiare
• rendere pubbliche informazioni sulla situazione fiscale e patrimoniale propria e dei propri congiunti
• non avere avuto rapporti di affari o di lavoro con personaggi condannati anche solo in primo grado per reati di mafia, malavita organizzata o per reati contro la pubblica amministrazione
• impegnarsi a evitare qualsiasi comportamento che impedisca o rallenti un’eventuale indagine giudiziaria e/o giornalistica sul loro operato o sull’operato di qualsiasi altro eletto
• impegnarsi contro ogni forma di discriminazione

condividiamo la scelta politica del dispositivo della segreteria nazionale di collegare in tutte le regioni italiane il simbolo di sin eco lib al nome di vendola come garanzia di pulizia e trasparenza che in molti modi, attraverso vari strumenti e canali, sta facendosi sempre più forte nel paese.

sinistra ecologia libertà
circolo di nardò

nardò 31 gennaio 2010

2 commenti:

  1. perchè nn scrivete cn termini meno difficoltosi , pare scritta dal papa sta lettera chi avete in rosa Umberto Eco

    RispondiElimina
  2. antonella colomba5 febbraio 2010 08:32

    caro anonimo il ns comunicato non mi pare tanto incomprensibile come tu dici comunque quando a me capita di trovare difficolta' anche di lettura o di comprensione di qualunque testo,ne approfitto.alzo il mio livello di attenzione e approfondisco andando ad analizzare cio' che a primo impatto mi pare difficile.ogni stimolo e' buono infatti per migliorarmi!cordiali saluti antonella

    RispondiElimina